Meccanismi sociali

“In God we trust; all others must bring data.” -W. Edwards Deming

Il pragmatismo di Cameron

Leggo, riportato dal sito di Pietro Ichino, della volontà del premier britannico James Cameron di chiamare come consulente del governo Richard Florida “professore all’Università di Toronto, uno dei nomi più noti in materia di innovazione, creatività e sviluppo regionale”. Vista l’esperienza del governo precedente, il parallelo con Giddens è d’obbligo. E sta proprio lì il punto… interrogarsi sull’utilità effettiva del proliferare delle “consulenze” pescate sempre più dall’intellettualume postmoderno. Giddens è certamente “uno dei sociologi più noti del mondo”, ma è anche uno dei peggiori (le due cose non sono minimamente in contraddizione, anzi). Il Giddens anima ispiratrice di Blair è anche quello che teorizza l’impossibilità delle riforme in senso classico (cambiare le strutture degli incentivi in sostanza), in favore della “diffusione di modelli di realismo utopico” (non vuol dire niente, per chi fosse preoccupato di dare un senso alle parole). In sostanza le riforme del New labour che, giuste o sbagliate, ci sono state, difficilmente possono essere derivate dalla prassi Giddensiana. Da quel poco che ho letto su Florida non paiono esservi grandi differenze teoriche o metodologiche. Le teorie sulla “creative class” sembrano basarsi su alcune semplici correlazioni macro, correlazioni la cui correttezza sostanziale è stata tra l’altro messa in dubbio – insomma pare che ancora una volta e ancora di più le teorie di tali iconoclasti del metodo si fondino (guarda caso) sulla pochezza del metodo stesso (tratto non a caso caratteristico degli autori preconizzanti una “società della conoscenza” come qualitativamente separata dalle fasi precedenti, conclusione solitamente fondata sul mortale cocktail di dati molto aggregati uniti a dati etnografici micro non rappresentativi – per l’Italia si vedano Butera e collaboratori). Insomma, probabilmente l’ennesimo intelettuale-patacca utile, come scrive Boudon, a colmare un bisogno emotivo, inutile nel riformare un sistema.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: