Meccanismi sociali

“In God we trust; all others must bring data.” -W. Edwards Deming

Il dividendo dell’Euro

In questo post si cerca di stimare approssimativamente il guadagno, in termini di minori interessi pagati, derivante dall’ingresso dell’Italia nell’Euro. Il cumulo dei minori interessi non pagati è stimato in termini nominali. In quest’altro post si cerca di rispondere alla critica sollevata dal prof. Piga riguardo al non considerare i minori interessi non pagati in termini reali, ma non vengono aggiornati i calcoli, cosa che si cerca di fare qui sotto.

Tenendo presenti tutti i non secondari caveat sottolineati nel post originale, qui sotto si riporta, tramite la stessa metodologia, l’andamento del tasso di interesse medio di Germania e Italia in termini reali (al netto dell’inflazione CPI, fonte OECD).

Image

Di seguito si riporta lo spread del costo medio del debito, e il dividendo, entrambi espressi sottraendo al tasso di interesse nominale il tasso di inflazione annuale, e utilizzando sempre la stessa metodologia del post originale.

spread

dividendoSempre tenendo conto di tutti i caveat possibili e della scivolosità dei controfattuali, il cumulo dei risparmi annuali dal 1997 al 2011, calcolati anno per anno in termini reali, assumendo che il differenziale con la germania sarebbe rimasto al livello del 1996, ammonta a circa 155 miliardi. Circa un quarto dei 630 miliardi nominali, ma comunque una cifra non disprezzabile.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: